Skip to content

CILA Superbonus, operativo dal 5 agosto il nuovo modulo

Via libera della Conferenza Unificata alla CILAS, la Comunicazione Asseverata di Inizio Attività per il 110%

La Conferenza Unificata ha dato il via libera alla modulistica unificata e standardizzata per la presentazione della Comunicazione Asseverata di Inizio Attività (CILA-Superbonus).

L'annuncio è stato dato dal Ministro per la Pubblica Amministrazione, Renato Brunetta, il quale ha aggiunto che il nuovo modulo dovrà essere utilizzato a partire da domani.

Il modulo unico e standard “riduce drasticamente gli adempimenti per accedere al superbonus 110%. Una rivoluzione straordinaria che porta immediatamente la semplificazione ‘a casa’ dei cittadini, delle imprese e di tutti i professionisti coinvolti, dagli ingegneri ai geometri” ha detto il Ministro.

Oggi stesso pubblichiamo il documento sul sito della Funzione pubblica. Da domani sarà operativo. È la prova del nuovo corso impresso dal Piano nazionale di ripresa e resilienza: fare presto, bene e insieme. Per facilitare la vita ai cittadini e alle imprese. Per la crescita e lo sviluppo del Paese” - ha concluso Brunetta.

Il modello ad hoc si rende necessario dopo la decisione, messa nero su bianco con la conversione in legge del DL Governance PNRR e Semplificazioni, di consentire la realizzazione degli interventi agevolati dal superbonus 110% con CILA, Comunicazione di Inizio Lavori Asseverata.

Rispetto alla CILA tradizionale, la CILAS chiede di indicare se gli interventi sono agevolati dal superbonus 110% e se sono finalizzati alla riqualificazione energetica o al miglioramento sismico. Le eventuali varianti in corso d’opera possono essere comunicate a fine lavori come integrazione della CILA già presentata.

Il nuovo modulo richiede una sintetica descrizione degli interventi da realizzare, che può essere integrata da elaborati grafici. Per gli interventi di edilizia libera, è richiesta soltanto la descrizione.

La CILAS non potrà essere essere utilizzata per interventi di demolizione e ricostruzione.